Il Castel dell’Ovo è uno degli elementi che spiccano maggiormente nel celebre panorama del Golfo di Napoli e rappresenta il castello più antico della Città. Sorge sull’antico isolotto di Megaride ed è unito alla terraferma da un sottile istmo di terra. Il nome deriva da un antica leggenda nella quale si racconta che Virgilio avrebbe nascosto all’interno di una gabbia nei sotterranei del castello un uovo. Il luogo dov’era conservato, fu tenuto segreto poiché da quell’ovo sarebbero dipesi gli avvenimenti e la fortuna del Castello e di conseguenza dell’intera Città. Durante il regno della regina Giovanna I, il castello subì ingenti danni a causa del crollo parziale dell’arco naturale sul quale esso è costruito e la Regina fu costretta a giurare solennemente di aver sostituito l’uovo per evitare che in città si diffondesse il panico per timore di gravi sciagure.